Catana Superstar: non conosce crisi e diventa internazionale

borsa di tolfa

 

Il mondo dell’artigianato è in crisi, ma la borsa di Tolfa, la Catana, a livello comprensoriale gode di buona salute. Anche se le vendite hanno subito una leggera flessione, gli esercenti collinari si dicono abbastanza soddisfatti. “Non sono gli anni d’oro di un tempo” – spiega Davide Vannicola, titolare di una bottega di Tolfa – “ma per come vanno le cose in generale è davvero il caso di accontentarsi. Le vendite sono andate discretamente e stiamo già lavorando sulle nuove collezioni. Nonostante le difficoltà, la Catana continua ad essere un must soprattutto in determinate ricorrenze“.Qual’è il segreto del suo successo?”di certo il fascino della storia e di ciò che ha rappresentato nel tempo” – spiega Vannicola – “ma anche quel tocco inconfondibile di originalità. Trattandosi di prodotti artigianali non c’è mai una borsa uguale all’altra“. Per altro molte vengono arricchite con disegni fatti amano, una rifinitura in più che piace soprattutto hai giovanissimi. Ma non sono soltanto i giovani a propendere per La Tolfetta, anche signore più mature e turisti stranieri, norvegesi in primis, sembrano restare ammaliati dal fascino di un manufatto che sa coniugare il mondo dei butteri, l’antica tradizione del cuoio e gli anni Settanta, periodo in cui la Catana divenne oggetto di culto e simbolo delle contestazioni giovanili.

Proprio questa unicità consente al prodotto di resistere anche sul mercato estero nonostante la spietata concorrenza. “Generalmente parlando” spiega l’avvocato Pino Pierantozzi, titolare del marchio PWR insieme alla sorella Mara – “le vendite quest’anno si sono ridotte, ma soprattutto a pesare sono i mancati o ritardati incassi da parte dei clienti all’ingrosso. Comunque, al di là di questo, sul territorio incide negativamente il fatto che negli ultimi venticinque anni sia stata fatta una vera politica economica. Anzi, si è assistito alla progressiva scomparsa delle arti e dei mestieri, nonché all’allontanamento delle fonti di reddito della cittadina, che pure sarebbero ricche e potenzialmente produttive“. Uno degli obiettivi di Pwr, forse la sfida più grande, era quello di rimettere in moto l’attività artigianale. Viste però le difficoltà, ho deciso di continuare la mia impresa in modo alternativo, presentando i prodotti del marchio solo in zone e mercati precisi, sempre con un occhio attento alle novità e alle nuove tendenze.

Tutt’ altro obiettivo, per il Brand La Tolfetana, azienda nata grazie alla collaborazione tra l’ Imprenditore Giulio Morelli, l’ Art Director Valentina Carloni e alcuni artigiani di Tolfa, la quale ha espanso il pubblico della Catana, a livello internazionale, proponendola sul suo shop online ufficiale.

 

Attualmente la borsa di Tolfa va dagli zero ai 99 anni e viene richiesta da Parigi, Londra, Tokyo, e anche Sydney. Di recente sono stati attratti dalla Catana anche molti vip, tra i quali Simone Cristicchi, Cristiana Capotondi, Sabrina Impacciatore e il chitarrista dei Qotas.